skip to Main Content

BIOVITAE® è una luce LED microbicida (no-UV)

BIOVITAE® è una tecnologia brevettata che, grazie a una speciale combinazione di frequenze luminose dello spettro visibile, sanifica gli ambienti e le superfici (senza renderli sterili) e controlla la proliferazione dei batteri, agendo in sinergia con il sistema immunitario. BIOVITAE® è efficace su tutti i microrganismi quali batteri GRAM+ e GRAM -, spore, muffe e funghi, prevenendo lo sviluppo di focolai di malattie infettive. BIOVITAE® è sicura per gli esseri umani e per gli animali.

(Brevetti WO2017179082 e WO2018020527)

L’emissione delle frequenze luminose brevettate BIOVITAE® stimola alcune strutture batteriche – le porfirine – attivando una REAZIONE METABOLICA incontrollabile dai batteri stessi. L’effetto microbicida si innesca tramite inattivazione fotodinamica, in cui le porfirine endogene vengono eccitate ed interagiscono con l’ossigeno, producendo specie reattive dell’ossigeno (ROS) che causano danni ossidativi alla membrana cellulare dei microbi e, quindi, la loro distruzione.

Nella figura è rappresentato l’intervallo di frequenze dello spettro visibile BIOVITAE® (NON-UV) che è scientificamente dimostrato essere nocivo per batteri ed altri microrganismi (funghi, spore, muffe).

Nel video è rappresentata l’azione di BIOVITAE® al primo utilizzo su muffe e batteri.  Il tempo di efficacia di BIOVITAE® è variabile da 60 minuti a 6 ore per i batteri più resistenti. L’esempio si riferisce ad un test di laboratorio.

Comparazione tra BIOVITAE® e LED UV-C

Fino a poco tempo fa l’irradiazione luminosa antimicrobica più nota e diffusa è stata quella con lunghezze d’onda della luce dello spettro dei raggi ultravioletti (UV), in particolare dalla radiazione UVC (240 e 260 nm), che è tradizionalmente impiegata per la disinfezione, in particolare dei dispositivi medici e degli aerei. Queste frequenze sono scarsamente efficaci perché agiscono solo in particolari condizioni ambientali e il loro utilizzo presenta molte controindicazioni legate ai costi, alla capacità di modificare le caratteristiche organolettiche e nutritive degli alimenti ma, soprattutto, al rischio che possano essere cancerogeni e causare alcuni tumori della pelle.

Più recentemente, le proprietà antimicrobiche della luce visibile dello spettro del blu-violetto sono diventate un’area di crescente interesse per la ricerca e numerosi studi di laboratorio hanno dimostrato che la luce a 405 nm e le più ampie lunghezze nella regione dei 400-420 nm hanno un ampio spettro di attività, tra cui la capacità di inattivare una vasta gamma di organismi, inclusi ceppi batterici resistenti agli antibiotici.

TABELLA COMPARATIVA DI EFFICACIA DI UNA FREQUENZA MICROBICIDA SU ALCUNI TIPI DI BATTERI [3]

BATTERIDose [4]
( J cm–2 )
Esposizione [4]
( min. )
Riduzione
( Log )
Efficienza
( per J cm–2 )
Staphylococcus Aureus36605.00.14 (± 2%)
Staphylococcus Epidermidis42705.00.12 (± 4%)
MRSA45754.60.11 (± 0%)
Clostridium Perfringens45754.40.10 (± 2%)
Streptococcus Pyogenes54905.00.09 (± 5%)
Acinetobacter Baumannii1081804.20.04 (± 7%)
Proteus Vulgaris1442404.70.03 (± 5%)
Pseudomonas Aeruginosa1803004.20.02 (± 4%)
Klebsiella Pneumoniae1803003.90.02 (± 8%)
Escherichia Coli1803003.10.02 (± 5%)
Enterococcus Faecalis2163602.60.01 (± 0%)

[1] Endogenous Porphyrin Production in Bacteria by δ-Aminolaevulinic Acid and Subsequent Bacterial Photoeradication
1999, Health Sciences Research Center, Department of Life Sciences, Bar-Ilan University, Ramat Gan, Israel
[2] A possible mechanism for the bactericidal effect of visible light
2011, Departments of Chemistry and Physics, and the Faculty of Life Sciences, Bar-Ilan University, Ramat Gan, Israel
[3] 2009, Data from the Robertson Trust Laboratory for Electronic Sterilisation Technologies, University of Strathclyde.
[4] Con un’irradianza di 10 mW cm–2 nella banda di Soret.

CERTIFICAZIONI

BIOVITAE® è un dispositivo flicker free (senza sfarfallio) ed evita i danni che le normali lampadine LED provocano alle persone afflitte da patologie neurologiche. È conforme alla normativa ROHS 2 (Direttiva 2011/65/CE) che impone la riduzione dell’uso di di piombo (Pb), mercurio (Hg), cadmio (Cd), cromo esavalente (Cr6+), bifenili-polibromurati (PBB) ed eteri di difenil-polibrominato (PBDE) nella produzione delle apparecchiature elettriche ed elettroniche vendute nell’Unione Europea.

BIOVITAE® è un dispositivo di prevenzione e non si sostituisce all’utilizzo dei farmaci.

Back To Top